Convention Mollo 2024: lo spirito di squadra è la chiave del successo

Convention Mollo 2024: lo spirito di squadra è la chiave del successo

Si è svolta ad Alba la 13esima Convention del Gruppo Mollo, un’occasione per fare il punto sulla crescita inarrestabile aziendale e per sottolineare i valori che da sempre contraddistinguono la “grande squadra” Mollo. Collaboratori, istituzioni – in primis il Presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, e il Sindaco di Alba, Carlo Bo – giornalisti, consulenti, associazioni, imprenditori del territorio: in tanti sono giunti ad Alba per partecipare all’evento annuale del Gruppo, occasione per presentare i numeri e le strategie che fanno dell’azienda guidata da Mauro e Roberto Mollo una vera e propria eccellenza italiana. Alla Convention non è mancato il divertimento, con lo spettacolo del duo comico Ale&Franz.

Aprendo la convention, il primo ringraziamento di Mauro Mollo, Presidente del Gruppo, è stato rivolto a tutti i collaboratori presenti, provenienti da Abruzzo, Emilia Romagna, Friuli, Liguria, Lombardia, Piemonte, Toscana, Umbria e Veneto.
Sono i numeri a descrivere il 2023 del Gruppo Mollo: 518 collaboratori (+ 75 rispetto all’anno precedente), 57 centri noleggio operativi (9 in più rispetto al 2022) dislocati in 9 Regioni e 36 Province italiane, 85.000 contratti di noleggio (+12.300 rispetto al 2022). Il fatturato è stato pari a 127 milioni di euro (in crescita del 22% rispetto all’anno precedente), generato esclusivamente da attività di noleggio e non di vendita.
Gli obiettivi per il 2024 sono chiari: arrivare ad avere 65 centri noleggio in Italia, e un fatturato di 150 milioni di euro.
Continua quindi il trend di crescita del Gruppo che, in pochi anni, ha portato l’azienda a risultati straordinari, come ha ricordato Mauro Mollo ripercorrendo le tappe
significative della storia aziendale:
“La storia del Gruppo Mollo inizia nel 1971 quando i nostri genitori, Renato e Maria Sandra, aprirono una ferramenta; nel 1986 io e mio fratello Roberto abbiamo rilevato l’azienda e, nel 1995, abbiamo avviato la prima società di noleggio, la Mollogru, specializzata nel noleggio e vendita di gru per edilizia. Nel 2000 è iniziata l'attività di nolo di piattaforme aeree: ricordo che nel primo anno il fatturato fu pari a 75 mila euro (all'epoca ancora in lire). Nel 2009 abbiamo aperto la decima filiale di noleggio ed è del 2010 il primo evento aziendale. Nel 2013 è nata la Mollo Academy e nel 2018 il Centro Assistenza e Logistica ad Alba, in località Vaccheria, evento che ha segnato una vera e propria svolta. Altre pietre miliari della storia del Gruppo sono state, nel 2020, l’aver ricevuto il premio ERA come migliore società di noleggio dell'anno in Europa; nel 2022 abbiamo raggiunto i 100 milioni di fatturato e nel 2023 i 57 centri operativi di noleggio”. La crescita negli ultimi due anni è avvenuta anche grazie a diverse acquisizioni di aziende. La prima è stata Monia Noleggi a Forlì, poi Parmiani Noleggi in Valtellina, la PMP a Udine, Manetta Noleggi a Teramo, Edilservice a Siena e, ultima in ordine cronologico, Tecnostrutture a Lodi.

Oggi il noleggio è una soluzione adottata da tante tipologie di aziende, operative nel settore dell’edilizia e delle costruzioni, ma non solo: manutenzioni e ristrutturazioni, infrastrutture, manutenzione del verde, scavi e demolizioni, industria e logistica, eventi e manifestazioni. “Abbiamo un ventaglio d’offerta a 360 gradi” conferma Mollo, ricordando che il Gruppo Mollo oggi offre il noleggio con operatore e a freddo, il noleggio dei bagni mobili, la Academy formativa (che nel 2023 ha rilasciato ben 6.600 patentini, aggiudicandosi il premio Italplatform come miglior centro di formazione italiano)
Per quanto riguarda i progetti più a lungo termine, l’azienda continuerà a incrementare e rinnovare la propria flotta di mezzi (oggi composta da più di 13.000 unità tra
piattaforme aeree, mezzi per il sollevamento, gru edili, veicoli commerciali, macchine movimento terra, macchine e attrezzature edili, monoblocchi, container, bagni mobili) selezionandoli come sempre tra i costruttori più affidabili e innovativi sul mercato mondiale.

Nel biennio 2024-2025 il Gruppo Mollo investirà 120 milioni di euro in nuovi mezzi, puntando in particolare su soluzioni “green” e tecnologie elettriche e ibride. A tale scopo Mollo Noleggio punta sul rafforzamento del marchio Blue &Green®, con l’obiettivo di ridurre i consumi, le emissioni e la rumorosità.
Gli investimenti nel 2024 non riguarderanno solo il parco mezzi e i centri nolo. Il Gruppo Mollo continuerà a investire anche in welfare con attività a sostegno dei propri
collaboratori, tra cui: buoni carburante; contributo alle spese sostenute dai dipendenti in ambito medico, sociale, ricreativo; contributo alle spese relative all’educazione e istruzione per i propri figli; borse di studio ai figli dei lavoratori che hanno ottenuto risultati scolastici di rilievo.
Per incrementare il benessere dei collaboratori proseguirà inoltre il restyling degli ambienti di lavoro, per renderli sempre più accoglienti dotandoli di aree di relax  networking, di arredi moderni e acustica ottimizzata.
Continuano anche gli investimenti in marketing e comunicazione: Mollo è Official Partner del Giro d’Italia per il terzo anno consecutivo, e Premium Partner del Torino FC; l’azienda è anche sponsor di importanti società calcistiche di serie A e di serie B. Forte la presenza anche alle fiere sul territorio, oltre che sul web con il sito internet e le pagine social.
Nella parte finale del suo discorso, Mauro Mollo ha portato l’esempio di Gigi Riva, calciatore e dirigente sportivo italiano da poco scomparso, considerato uno dei migliori calciatori italiani di tutti i tempi. È stato un idolo che ha segnato la gioventù di tanti.
Vinse nel 1968 il Campionato d’Europa, fu il trascinatore nel 69/70 dello Scudetto del Cagliari, autore di una spettacolare rovesciata passata alla storia. Ha partecipato a Città del Messico alla famosa partita tra Italia e Germania, un’impresa straordinaria che portò gli azzurri in finale ai Mondiali contro il Brasile.
Nello sport come nel business, si tratta di indossare una maglia e portarla con orgoglio, e la figura di Gigi Riva ha tanto da insegnare. A cominciare dalla leadership, che non è una questione di ruolo, ma di atteggiamento. I grandi leader possono raggiungere risultati straordinari trasmettendo alla propria squadra passione, valori e metodo. “Una volta essere leader era una questione di ruolo e anzianità: oggi non è più così, oggi ognuno di noi, in ogni istante, in ogni cosa può essere un leader e guidare il suo gruppo a grandi risultati”.
Un secondo insegnamento è legato al coraggio di osare: provarci sempre, senza avere paura di sbagliare.
Il terzo grande insegnamento di Gigi Riva che M. Mollo ha voluto ricordare è legato alla disponibilità e collaborazione: scegliere di essere squadra e guardare al bene comune crea valore per tutti. “Io e mio fratello lo diciamo tutti i giorni: solo dalla squadra può arrivare il successo.”

La Convention si è conclusa con due momenti importanti.
Il primo è stato la tradizionale cerimonia di premiazione delle anzianità lavorative, ovvero dei collaboratori in azienda da 10-15-20-25-35 anni, un momento all’insegna
della convivialità e, ancora una volta, un riconoscimento alla forza del team e un inno allo spirito di gruppo e al lavoro di squadra.
Il secondo è stato la premiazione dei figli dei collaboratori che, al termine del loro percorso di studi, hanno superato l’esame di scuola media e superiore con un’importante media voti.
La Convention Mollo 2024 è stato ancora una volta un momento molto coinvolgente e significativo, sia per la partecipazione che per i contenuti, e ha segnato un altro anno positivo per il Gruppo Mollo e mostrato tutte le giuste premesse per un 2024 altrettanto di successo.